Partire per la tangente

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

I social network sono uno strumento che consente a ogni persona di esprimere la propria opinione su qualsiasi tema, e questo sicuramente è un aspetto positivo. L’utilizzo che di essi viene fatto lascia invece spesso molto a desiderare. E’ quasi impossibile oggi discutere pacatamente sui social network di qualsiasi tema senza che prima o poi qualcuno prenda le redini di una discussione e parta per la tangente portando la discussione stessa su binari che niente hanno a che vedere col post iniziale su cui si stava discutendo. Il finale di questi siparietti è scontato: chi ha scritto il post evita di alimentare il dibattito ritirandosi quasi rassegnato o chiedendo (invano) a chiare lettere di limitarsi a commentare il post iniziale senza prendere derive non attinenti all’oggetto della discussione.

In questo modo diventa impossibile trattare qualsiasi tema politico senza scivolare nel giudizio a questo o a quel partito. Il presupposto di partenza è naturalmente che il partito osteggiato non possa MAI proporre qualche idea giusta e il partito sostenuto non possa MAI proporre qualche idea sbagliata, quindi per troncare qualsiasi discussione nel merito è sufficiente evidenziare quale partito sostenga una determinata idea per dimostrare senza neanche parlare dell’idea stessa che essa sia giusta o sbagliata.

Quello che capita per la politica capita anche per lo sport, la religione, i temi di attualità, in definitiva per qualsiasi argomento.

Quale è la conseguenza di tutto ciò? Chi è esperto su una determinata questione e desidera parlare della questione stessa finisce per rinunciare a dare il proprio contributo alla discussione e evita di inserire ulteriori commenti, dopo aver constatato l’impossibilità di stare nel merito della questione ed essere quasi costretti a difendersi su temi che niente hanno a che vedere con l’argomento iniziale.

Il paradosso di tutto ciò è che chi è maggiormente esperto su un tema finisce per ritirarsi dalla discussione, diventata un’arena, e le sorti del post iniziale restano quindi spesso in mano a chi meno è esperto dell’argomento e più è interessato alla rissa.

Come difendersi da queste derive? Allenandosi nella vita di tutti i giorni a restare nel merito delle questioni trattate, evitando di farsi coinvolgere da questioni che niente hanno a che vedere con esse. Chi ha pochi argomenti nel merito di una discussione spesso cerca il punto debole del proprio interlocutore con l’intento di portare lì la conversazione. E’ importante non cadere nel tranello, e per riuscirci occorre prendere piena consapevolezza di queste dinamiche e restare lucidi e focalizzati sull’argomento iniziale, parlando di quello e solo di quello. E’ un’abilità che va allenata, oggi molto più di ieri.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

C’è una fiammella di luce dentro ognuno di noi che brilla. E’ nostra responsabilità trovarla ed alimentarla: nessuno al mondo verrà mai a cercarla, semplicemente perché nessuno al di fuori di noi ne conosce l’esistenza. La nostra fiammella è unica ed inimitabile e quando la facciamo brillare diamo un senso profondo alla nostra esistenza e creiamo le condizioni affinchè anche altre fiammelle attorno a noi brillino. Amo mettere le mie competenze al servizio di chi sceglie di valorizzare la sua fiammella e di mostrare al mondo la sua luce.

ULTIMI ARTICOLI

Time in

Affinchè una squadra raggiunga un grande sogno, occorre che ogni

Buoni e cattivi

Non esistono tratti caratteriali buoni e tratti caratteriali cattivi. Tutti

Restiamo in contatto

Utilizza questo form, ti risponderò in brevissimo tempo.

Chiudi il menu